Torta tricolore con pasta di mandorle, panna cotta al cioccolato fondente e gelatina ai lamponi

Per il contest “Chocolat” organizzato da Laura di Alchimia – Briciole di dolcezza nella mia cucina e da Serena di Petit Patisserie in collaborazione con Babbi, ho deciso di presentare come seconda ricetta un dolce semifreddo e realizzato con alcuni degli ingredienti che più mi piacciono: mandorle, lamponi e cioccolato fondente.

Si presenta come una sorta di torta tricolore dove si può ben notare la base, di colore chiaro, realizzata rivisitando la base delle tradizionali cheescake sostituendo i classici biscotti secchi con delle paste di mandorle, lo strato centrale è una panna cotta al cioccolato fondente mentre la parte superiore è una sottile gelatina realizzata con i lamponi.

La torta è stata interamente realizzata senza glutine, linea guida che caratterizza tutto il mio blog, ma anche senza lattosio in quanto ho sostituito la panna con della panna delattosata reperibile ormai in ogni supermercato.

tortatriq1Ingredienti per la base:

170gr. di farina di mandorle *
100gr. di zucchero a velo *
2 albumi
25ml. di latte di mandorle Alpro

Ingredienti per la panna cotta:

500ml. di panna delattosata Granarolo
140gr. di cioccolato fondente *
100gr. di zucchero a velo *
12gr. di colla di pesce *

Ingredienti per la gelatina al lampone:

225gr. di lamponi
40gr. di zucchero a velo *
6gr. di colla di pesce *

Per decorare:

Lamponi q.b.
Cioccolato fondente q.b. *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

tortatriqProcedimento:

Come primo passo realizziamo la base, per la precisione dei piccoli biscotti di pasta di mandorla. In una terrina misceliamo la farina di mandorle, lo zucchero a velo e gli albumi creando un impasto appiccicoso ed umido. Foderiamo una teglia con carta forno e con l’aiuto di due cucchiaini creiamo dei biscottini tondeggianti che inforneremo a 180°C per 15 minuti. Non è importante in questa ricetta l’aspetto estetico delle paste di mandorle in quando dopo dovremo spezzarle e miscelarle con il latte di mandorla per andare a creare la base del nostro dolce.

Una volta sfornate lasciamo raffreddare le paste di mandorla, dopodiché prendiamole e spezzettiamole in una terrina in modo grossolano, aggiungiamo il latte di mandorla e creiamo una sorta di pastocco morbido.

Adagiamo su un piatto da portata, con fondo regolare piatto, l’anello regolabile per torta ed iniziamo a riempirlo con l’impasto realizzato, schiacciamolo con l’aiuto di un cucchiaio e cerchiamo di creare una base regolare per il nostro dolce. Una volta realizzato riponiamo il tutto in frigorifero e lasciamolo riposare per almeno 3 ore in modo che si stabilizzi.

Trascorso il tempo necessario realizziamo la nostra panna cotta al cacao. Mettiamo la colla di pesce a mollo in acqua fredda per 10 minuti. In una padella antiaderente facciamo sciogliere il cioccolato fondente e, una volta pronto, aggiungiamo la panna. Continuando a mescolare incorporiamo lo zucchero a velo cercando di non creare grumi. Continuando a scaldare a fuoco basso aggiungete la colla di pesce strizzata non smettendo mai di mescolare fin quando non si sarà completamente sciolta. A questo punto spegnete il gas e versate il tutto sopra la base precedentemente realizzata. Fatto ciò rimettete il dolce in frigo e lasciatelo riposare per almeno 4 ore.

Dopo aver fatto riposare la torta possiamo passare alla realizzazione dello strato finale. Prendete i vostri lamponi, lavateli e metteteli in un contenitore passandoli con il frullatore ad immersione. Nel frattempo mettete la colla di pesce a bagno in acqua fredda per ammorbidirla. Versate metà circa della purea di lamponi in un tegame filtrandola con un colino, aggiungete lo zucchero a velo setacciato e fate scaldare a fuoco lento. Quando lo zucchero si sarà sciolto aggiungete la colla di pesce strizzata, continuate a mescolare fin quando non si sarà sciolta anche quella, ed incorporate la parte di purea lasciata da parte in precedenza, filtrando anche quella. Una volta pronta la gelatina di lampone versatela sopra la torta sempre filtrandola con un colino in modo che non resti nessun grumo, ma risulti liscia ed omogenea. Rimettete il tutto in frigorifero e lasciate riposare almeno un paio d’ore prima di servirla.

tortatriq2Il mio consiglio è quello di realizzare lo strato la sera precedente a quando avrete intenzione di mangiare la torta, in modo che questa resti in frigorifero almeno una decina d’ore prima di consumarla solidificandosi e rendendo i tre strati più “fissi” tra loro.

Quando estrarrete il tutto prima di servire togliete l’anello regolabile attorno alla torta e decorate la superficie con qualche lampone intero e alcune scaglie di cioccolato fondente.

banner_contest_blog_B

http://www.alchimia.ifood.it/2016/03/contest-chocolat.html

2 Commenti

  1. Laura Barile

    Che bella! Adorabili le torte a strati… Fresca e golosa come piace a me!
    Grazie mille della tua partecipazione al contest.

    Replica
  2. Monica Cazzaniga

    Grazie mille Laura! Si si era ottima!

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.