Fette biscottate con farina di riso e grano saraceno

Qualche settimana fa per partecipare ad un contest organizzato da un marchio di farine gluten free ho realizzato delle fette biscottate che mi hanno stupita e, a confronto di quelle in commercio, mi hanno davvero soddisfatta. Ho deciso perciò di realizzarle di nuovo, ma questa volta senza utilizzare mix di farine già pronte e modificando alcuni passaggi per ottenerle.

Fettenat4Prima di tutto ho deciso di non realizzare un impasto col lievito di birra in quanto i prodotti con impasti simili senza glutine restano molto più croccanti e lievitano meno rispetto a quelli glutinosi ed affettandole prima della fase di biscottatura avrei rischiato di romperle. Ho deciso perciò di preparare una sorta di plumcake, ho atteso che si raffreddasse, l’ho affettato e poi biscottato in forno ed il risultato, per essere la prima volta che ci provavo, è stato soddisfacente.

La versione che ho realizzato è priva di glutine e di lattosio.

Fettenat1Ingredienti:

300gr. di farina di riso *
100gr. di farina di grano saraceno *
3 uova
30gr. di zucchero
8gr.di sale
120gr. di olio di riso
15gr. di lievito per dolci *
300ml. di acqua
Burro chiarificato q.b.

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Fettenat2Procedimento:

In una terrina sbattete le uova, aggiungete le farine setacciate, lo zucchero, il sale, il lievito ed infine l’olio di riso e continuate a mescolare versando l’acqua a filo fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e privo di grumi.

Imburrate la teglia da plumcake e trasferitevi l’impasto per cuocerlo in forno a 180°C per 40 minuti.

Una volta pronto lasciatelo raffreddare, estraetelo dallo stampo ed affettatelo con un coltello per il pane in modo da creare tante fette dello spessore di circa un centimetro.

Disponete le fette su una teglia foderata con carta da forno e biscottatele in forno a 170°C per 25 minuti, dopodiché girate le fette e lasciatele nel forno alla medesima temperatura e per lo stesso tempo.

Per essere certi che siano pronte toccate il centro della fetta biscottata, se al tatto risulta morbido significa che ancora non sono pronte e devono rimanere ancora un po’ in forno.

Fettenat3

18 Comments

  1. Senza è buono 24 maggio 2016 at 21:11

    Queste fette biscottate sono geniali! Monica sei davvero brava <3 Ecco un'altra delle tue ricette che dovrò provare assolutamente! Un abbraccio, Leti

  2. Monica Cazzaniga 25 maggio 2016 at 5:14

    Grazie Leti!
    Io voglio provare a rifarle con farina di riso, teff e cacao. Ed in versione classica riso-mais e lievito madre!

  3. Joanna Di Tecco 25 maggio 2016 at 8:25

    Ciao Monica l'olio di riso si può sostituire…sei molto brava.. Complimenti e grazie mille per il tuo aiuto ��

  4. Monica Cazzaniga 25 maggio 2016 at 12:36

    Grazie a te.
    Comunque lo puoi sostituire col burro se puoi consumare latte e lattosio. L'olio d'oliva te lo sconsiglio perché si sentirebbe troppo il sapore e l'odore.

  5. Roberta Sala 30 maggio 2016 at 20:42

    ciao,li ho fatti buonissimi,rifatti con farina di sorgo extra buoni!!!
    devo migliorare qualcosa!!! le uova le sbatti molto??? devono essere chiare???
    grazie

  6. Monica Cazzaniga 31 maggio 2016 at 4:46

    Ciao! Mi fa piacere che le hai fatte.
    No le uova non le sbatto molto. Io questa settimana le ho rifatte cambiando marca del lievito per dolci e non mi hanno soddisfatto. Molto dipende anche da quello secondo me.
    Con la farina di sorgo proverò a rifarle anche io!

  7. Roberta Sala 31 maggio 2016 at 6:13

    devo cambiare anch'io lievito,io uso solo cremor tartaro,pero' ne ho di 3 tipi,devo cambiare
    comunque sono ottime altro che Schar

  8. Monica Cazzaniga 31 maggio 2016 at 6:40

    Io con quello della Colombo ho avuto risultati migliori anche nelle torte tipo quelle margherita per intenderci. Stavolt
    a avevo da finire quello della pane angeli che ho li da mesi. .non lo avessi mai fatto!
    Assolutamente. .altro che quelle della Shaer.
    Per un contest avevo realizzato queste con il mix di farina degli organizzatori http://monicasglutenfreekitchen.blogspot.it/2016/04/fette-biscottate.html
    Non amo per nulla usare mix e spero di riuscire a raggiungere questi livelli con mix creati da me.

  9. Roberta Sala 1 giugno 2016 at 21:24

    Rifatte oggi sempre con farina riso e sorgo, polvere lievitante Finestra sul Cielo…. Monica siamo quasi alla perfezione!!! Anch'io non vorrei usare i mix,piano piano

  10. Monica Cazzaniga 2 giugno 2016 at 5:37

    Sì? Non ho mai usato quella polvere lievitante! In questi giorni le rifarò col teff anche poi ti dico! Mi fa piacere che anche tu stia facendole!

  11. patrizia 24 giugno 2016 at 14:24

    Si puo sostituire il burro?
    S

    1. Monica Cazzaniga 24 giugno 2016 at 15:24

      Certamente. Qui serve solo per ungere la teglia quindi utilizza pure l’olio di riso per farlo.

  12. CINZIA 2 settembre 2016 at 9:30

    CIAO, TI VORREI GENTILMENTE CHIEDERE SE è POSSIBILE FARE FETTE BISCOTTATE SOLO CON FARINA DI GRANO SARACENO.NEL CASO QUALI SAREBBERO GLI INGREDIENTI E Quantità ? CIOE’… CHE RICETTA DOVREI SEGUIRE?SPERO TU MI POSSA RISPONDERE.GRAZIE MILLE E COMPLIMENTI PER TUTTO. CINZIA

    1. Monica Cazzaniga 3 settembre 2016 at 8:49

      Ciao Cinzia, grazie per i complimenti.
      La fattibilità a livello di riuscita del prodotto c’è, però il problema è che il grano saraceno ha un sapore molto forte, quindi potrebbe risultare sgradevole e piuttosto amaro se non miscelato con altre farine..poi molto dipende dal gusto personale anche.
      Comunque per realizzarle interamente con grano saraceno potresti tranquillamente usare come base questa ricetta mettendo però solo 400 grammi di farina di grano saraceno, oppure 300 di saraceno e 100 di riso. Ti consiglio però di aumentare le dosi dello zucchero portandole a 50/60 grammi. Utilizzando una quantità maggiore di grano saraceno, essendo una farina molto più asciutta di altre, potresti dover aumentare leggermente le dosi di acqua, ma quello lo puoi valutare tranquillamente nel momento in cui impasti il tutto.
      Spero di esserti stata utile, fammi sapere come riescono se le realizzi! A presto! Monica

  13. malquadrato 18 ottobre 2016 at 6:49

    Geniali! Salvate nei preferiti, le devo assolutamente provare 🙂

    1. Monica Cazzaniga 18 ottobre 2016 at 7:07

      Grazie Maria! Se non vuoi perdere le novità e le ricette migliori iscriviti ama newsletter. .a breve spedirò la prima!

  14. Elena 18 ottobre 2016 at 12:00

    Le proverò presto! Complimenti, le sto mangiando con gli occhi!

    Ciao!

    1. Monica Cazzaniga 18 ottobre 2016 at 12:50

      Mi fa piacere! Fammi sapere poi se ti piacciono!

Leave a Reply