Chiacchiere senza glutine

C’è chi le chiama chiacchiere, chi frappe, altri ancora bugie o cenci, questi sono solo alcuni dei nomi con i quali sono noti questi tipici dolci di Carnevale.

Sin da piccola mi sono sempre piaciuti, le preparava ogni anno la mia nonna ed erano sempre buonissime. Ai tempi potevo mangiare quelle glutinose, quindi ora se le facesse, non potrei più mangiarle, perciò ho deciso di chiederle consiglio e rispolverare il suo libro delle ricette, perché si sa, quelli delle nonne superano di gran lunga tutti quelli presenti on line. Così con qualche accorgimento ho adattato la sua ricetta cercando di realizzarla in versione gluten free e devo dire che ci sono riuscita!

Inoltre la mia cara nonna mi ha dato anche una dritta che non sapevo: un trucchetto per non far assorbire troppo unto alle chiacchiere in fase di cottura. Per evitarlo basta infatti aggiungere un cucchiaio di aceto di vino nell’impasto. Vi assicuro che sono rimasta sorpresa quando, una volta fritte, la superficie non risultava minimamente unta. Insomma, bisogna dirlo, i trucchi delle nonne in cucina non li batte proprio nessuno!

Ingredienti:

110gr. di farina di riso *
50gr. di farina di tapioca *
40gr. di fecola di patate *
50gr. di burro senza lattosio
25gr. di latte senza lattosio
40gr. di zucchero
2 tuorli
5gr. di xantano *
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio di aceto di vino
1 pizzico di sale
Strutto q.b.
Zucchero a velo q.b.

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento:

Mettete nella planetaria le farine di riso e tapioca, la fecola, lo xantano, lo zucchero, aggiungete poi il burro a tocchettini, l’aceto, l’olio, il latte ed infine le uova e lavorate l’impasto fino ad ottenere un panetto compatto e omogeneo. Lasciatelo poi riposare per 30 minuti prima di iniziare a realizzare le chiacchiere.

Trascorso il tempo necessario infarinate una spianatoia e stendete l’impasto fino ad ottenere lo spessore di qualche millimetro. Con una rotella a taglio smerlato ritagliate le vostre chiacchiere e praticate al centro un’ulteriore incisione parallela al lato lungo.

A questo punto fate sciogliere lo strutto in una padella dai bordi alti, quando questo sarà pronto per friggere (per capirlo immergente la punta di uno stecchino o il manico di un cucchiaio in legno, se inizia a fare le bollicine potrete iniziare a friggere) immergete due o tre rettangoli. Una volta che il primo lato si sarà dorato, girate dall’altro, dopodiché scolate. Lasciate le chiacchiere su un foglio di carta assorbente dopodiché trasferitele in un piatto da portata e cospargetele di zucchero a velo.

2 Commenti

  1. Sonia

    e’ vero le ricette della nonna sono sempre speciali, e queste chiacchiere sono specialissime!! bacioni e buona domenica!

    Replica
    1. Monica Cazzaniga (Autore Post)

      Grazie Sonia! Eh si..le nonne sono il nostro patrimonio.. un abbraccio e buon week end 😘

      Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.