Sbrisolona di mele

La sbrisolona di mele è appena diventato uno dei miei dolci preferiti! Devo ammettere che questo dolce, ideale per la festa del papà che cade proprio oggi, è perfetto per davvero tante occasioni. Infatti non è la classica torta margherita, ma nemmeno la crostata della nonna e tanto meno uno di quei dolci super cremosi che io definisco “da pasticceria”. E’ il giusto compromesso che permette di uscire dai dolci più conosciuti, ma che non richiede particolari competenze per realizzarlo e doti decorative.

Con questo dolce ho scelto inoltre di partecipare al contest itinerante denominato “Di cucina in cucina” ideato da Barbara di Un giorno senza fretta ed ospitato in questo bimestre da Manolo del blog Shake your life free. Il tema al quale bisogna ispirarsi è “Un pic-nic tra amici” e questo dolce lo vedo bene in un contesto simile, circondati da amici, seduti in un prato in mezzo ad un parco, che io in automatico associo al Parco di Monza che ho la fortuna di avere veramente a pochissimi minuti da casa.

Per me il concetto di pic-nic al parco non può quindi non richiamare questo dettaglio che da sempre accompagna la mia vita, ovvero lo splendido Parco di Monza che ha fatto da sfondo a tantissimi avvenimenti. Lì ho imparato ad andare in bicicletta e coi pattini, ci sono state le tante cacce al tesoro organizzate dal centro estivo, quando andavo alle scuole elementari mi hanno portato in gita alla Cascina dei Mulini Asciutti ed alla Cascina Mulino San Giorgio, che sorgono all’interno di questo parco. Quando ero piccola una tappa fissa era il gelato domenicale alla Cascina del Sole con mamma e papà, dopo la consueta visita a vedere pesci e tartarughe nel laghetto li vicino. Ancora nella fase adolescenziale è stato meta delle prime uscite della domenica pomeriggio a piedi o in bicicletta, quando i primi scorci di libertà lasciati dai genitori ti facevano sentire “più grande”, oppure teatro le prime pizzate serali alla fine dell’anno scolastico in concomitanza con la festa di Maria Letizia Verga a Cascina Costa Alta, anch’essa all’interno del parco, che si svolge ogni anno tra fine maggio e la prima metà di giugno durante il week-end. Inoltre all’interno del parco troviamo il circuito di Monza dove ho potuto vedere tante volte le Formula 1, le moto Superbike ed il Rally di Monza, oltre ad altre categorie meno conosciute, ho avuto anche la fortuna di poter percorrere il circuito stesso in bicicletta nelle giornate in cui è permesso. Infine tra qualche mese ospiterà dei concerti ai quali non vedo l’ora di assistere (e dei quali ho già acquistato il biglietto): Green Day, Blink 182 e Linkin Park, che sono stati la colonna sonora della mia adolescenza e finalmente potrò vederli suonare dal vivo in un posto che a sua volta è stato così importante nella mia vita. Poi non posso certo dimenticare il roseto della Villa Reale e gli immancabili fuochi d’artificio per San Giovanni che ogni anno il 24 giugno illuminano il parco con un sottofondo musicale ed una location davvero unica. L’aver poi visto questo parco in tutte le stagioni: in estate quando è affollato da famiglie con bambini, in inverno con la neve, in primavera dove tutto inizia a fiorire ed infine in autunno con le foglie che assumono splendide sfumature di colori caldi. Un altro avvenimento importante avvenuto qui è stato il primo incontro tra quello che era il mio fidanzatino 10 anni fa, e che ora è diventato mio marito, con una persona che per me è stata di un’importanza ineguagliabile, ovvero mio nonno Mario che, caso vuole, è anche stato il primo a conoscerlo. Ancora adesso questo parco è meta di tante gite domenicali a piedi, nei giardini della Villa Reale quando voglio vedere gli scoiattoli e dar loro da mangiare (ebbene sì, alcuni si lasciano anche avvicinare), oppure per lunghe pedalate tra i tanti sentieri e stradine che attraversano questo meraviglioso luogo. Questo posto per me evoca pace, tranquillità, mi rigenera, mi permette di staccare la spina e farmi rilassare e riflettere, o anche semplicemente tornare un pò bambina.

Ripensando quindi ad un pic-nic come tema dal quale partire per ideare una ricetta ho optato per questa torta che si presta alla semplicità ed all’idea che ho dell’amicizia. Non deve essere costruita o “di facciata”, ma di fronte agli amici dobbiamo essere noi stessi con i nostri pregi e le nostre imperfezioni, proprio come questa torta che nasconde una frolla deliziosa, un cuore morbido con mele, cannella e marmellata ed una superficie irregolare data dai pinoli e dalla frolla sbriciolata. Questa è un pò la mia idea di pic-nic ed amicizia, l’essere semplici e rilassati, dato che l’aspetto della torta chic lo indossiamo già ogni giorno nel mondo del lavoro, mentre con gli amici non serve. Il pic-nic poi mi dà l’idea di libertà, spensieratezza ed anche magari qualche piccolo disguido, come ad esempio una torta un pò sballottata che si rompe un pochino, e con questa non c’è problema perché essendo una sbrisolona se anche si rompe un pò sarà ugualmente perfetta!

Ingredienti per la frolla (diametro 28 centimetri):

340gr. di farina di riso *
30gr. di farina di quinoa *
30gr. di amido di riso *
100gr. di zucchero di canna
100gr. di burro chiarificato
2 uova
30ml. di latte di riso *
1 bustina di vanillina *

Ingredienti per la farcitura:

4 mele
50gr. di pinoli
2 cucchiai di zucchero
1 noce di burro chiarificato
20ml. di acqua
Cannella q.b.
Marmellata di albicocche q.b. *
Zucchero a velo q.b. *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento per la frolla:

In una planetaria miscelate le farine con lo zucchero e la vanillina, aggiungete quindi il burro a tocchetti, le uova ed il latte di riso e lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Avvolgete il panetto ottenuto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per 30 minuti in frigorifero.

Procedimento per la farcitura:

Sbucciate e tagliate le mele a tocchetti e mettetele in una padella dove precedentemente avrete sciolto il burro con lo zucchero. Aggiungete poi i pinoli, tenendone però da parte qualcuno che servirà per guarnire la torta, ed aggiungete l’acqua ed infine la cannella. Per quanto riguarda il dosaggio di questa spezia dipende un pò dal vostro gusto personale; io la amo parecchio quindi ne ho messo un cucchiaino bello pieno, se invece non volete esagerare potete metterne anche meno.

Lasciate cuocere il tutto per una decina di minuti, ovvero fin quando le mele non si saranno leggermente ammorbidite e l’acqua sarà evaporata.

Procedimento per la preparazione della sbrisolona di mele:

Prendete circa i 3/4 della frolla e stendetela su una teglia foderata di carta da forno o imburrata. Una volta ricoperti regolarmente la base ed i bordi bucherellate il fondo con una forchetta (come per preparare la classica crostata). A questo punto ricoprite con un sottile strato di marmellata di albicocche la base della torta ed adagiatevi sopra le mele a tocchetti preparate in precedenza, avendo però la cura di stenderle in modo più o meno regolare.

A questo punto con la frolla avanzata create delle briciole, anzi, sbriciolatela proprio sopra la torta creando tanti piccoli ciuffetti di frolla che ricopriranno in modo più o meno irregolare la farcitura. Aggiungete poi i pinoli tenuti da parte ed infornate il tutto a 180°C per 30 minuti. Trascorso questo tempo coprite la superficie della torta con un foglio di carta forno e lasciate cuocere per altri 15 minuti.

Una volta pronta e raffreddata spolverizzate con lo zucchero a velo.

 

4 Comments

  1. Simona 20 marzo 2017 at 19:43

    che belle le foto! rendono molto bene lo spirito del racconto e… la torta beh .. sembra quasi scontato dire quanto sia golosa 🙂

    1. Monica Cazzaniga 20 marzo 2017 at 22:15

      Grazie mille Simona!
      Ti assicuro che è buonissima..se ne hai occasione provala e non te ne pentirai!

  2. Luisa 13 luglio 2017 at 19:21

    Ciao,per caso hai la versione senza latticini?Grazie Luisa

    1. Monica Cazzaniga 14 luglio 2017 at 10:52

      Ciao Luisa! Certo che si, ecco la versione della frolla senza latticini.
      Tieni buona la ricetta di questa sbrisolona, ma realizza la frolla con la ricetta di questa:

      http://www.monicaskitchen.it/2017/07/02/crostata-con-crema-di-cocco-e-cioccolato-fondente/

      Scrivimi se hai dubbi!

Leave a Reply