Savoiardi

Oggi ho deciso di provare a fare i savoiardi, biscotti conosciuti principalmente in quanto ingrediente cardine di un dolce amato da grandi e piccini: il tiramisù.

Questi biscotti sono diffusi un po’ in tutta Italia anche se in alcune regioni prendono nomi differenti, come ad esempio in Molise dove li chiamano prestofatti, in alcune zone della Sicilia raffiolini ed in Sardegna, secondo il loro dialetto, pistoccus de caffè, altri ancora li chiamano biscotti nuvola o biscotti al cucchiaio. Sempre a seconda delle regioni di provenienza hanno subito alcune variazioni ad esempio in Sardegna la sua forma originale venne riadattata ed appiattita, mentre in Sicilia furono eliminati gli albumi dalla ricetta, rendendoli più “biscottosi”.  In ogni modo il nome decisamente più diffuso per queste prelibate dolcezze è savoiardi in onore del cuoco dei Savoia che li inventò in onore dei reali di Francia in visita a corte, la cinquecentesca ricetta suonava così “Si fanno con poca farina, albume d’uovi e zuccaro”.

A questo punto facciamo però un salto nel 2015 e torniamo alla ricetta attuale!

Ingredienti:

2 uova
60gr. di zucchero
40gr. di farina di riso
20gr. di fecola di patate
Buccia grattugiata di 1 limone
Zucchero semolato e zucchero a velo per spolverizzare

Procedimento:

Montate a neve gli albumi ed aggiungete poi lo zucchero. Una volta ottenuto un vostro impasto spumoso aggiungete i tuorli incorporandoli con una spatola dal basso verso l’alto.


Setacciate la farina e la fecola in modo che non abbiano grumi ed aggiungetele a cascata mentre continuate un movimento dal basso verso l’alto. In ultimo aggiungete la scorza grattugiata del limone.

A questo punto è arrivato il momento di riempire la sac à poche ed utilizzando il beccuccio liscio e largo oppure quello a stella aperta grande, create i vostri savoiardi della lunghezza di circa 8 centimetri (mantenendoli ben distanziati tra loro) su una teglia ricoperta con carta da forno.


Spolverizzateli prima con lo zucchero semolato e poi con lo zucchero a velo ed infornate a 200°C per 8/10 minuti.

Monica

Leave a Reply