Torta ACE con carote, arancia e limone

La torta di carote è un classico della cucina casereccia italiana, la possiamo trovare in tantissime versioni dalle più elaborate alle versioni light passando poi per le differenti varianti legate al luogo d’origine di chi la prepara.

Oggi vi presento una variante di torta di carote ispirata al succo ACE che in molti amano (quello a base di carote, limone e arancia). Caratterizzata da una preparazione semplice e sicuramente un dolce amato da grandi e piccini, adatto a colazioni e merende e decisamente più salutare degli snack industriali che troviamo in commercio.

ace1Ingredienti:

300gr. di farina di riso *
250gr. di carote
1 limone
1 arancia
120ml. di olio di riso
2 uova
15gr. di lievito per dolci *
180gr. di zucchero di canna
Burro chiarificato o olio di riso q.b.
Zucchero a velo q.b. *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

ace4Procedimento:

Come prima cosa sbucciamo e grattugiamo le carote e passiamole da un colino schiacciandole con un cucchiaio in modo che espellano l’acqua contenuta al loro interno. Se le carote utilizzate sono fresche e ben dure conterranno sicuramente poca acqua, al contrario da più tempo le abbiamo in casa più acqua conterranno.

In una terrina sbattete le uova, unite la farina, il lievito, lo zucchero, il succo del limone e dell’arancia, l’olio di riso e mescolate il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo al quale incorporare le carote. Mescolate bene il tutto e versate in una teglia che avete imburrato o oleate precedentemente.

Cuocete a 180°C per 40 minuti, dopodiché, una volta raffreddata, spolverizzate con zucchero a velo.

 

2 Comments

  1. Giulia 23 novembre 2016 at 15:48

    Ciao Carissima Monica,

    l’olio di riso si può sostituire con quello di semi di soia?

    Grazie

    Giulia

    1. Monica Cazzaniga 23 novembre 2016 at 18:56

      Ciao Giulia!
      Certo, l’olio di riso lo puoi sostituire con quello di semi di soia, ma anche con quello di girasole e quello di semi in generale.

Leave a Reply