La farina di Teff, che sarà mai?

Qualche mese fa mi sono imbattuta in un nuovo prodotto senza glutine della Galbusera, i frollini integrali con farina di Teff.

Lì per lì ho acquistato i biscotti per provarli e con una domanda: che sarà mai questa farina di Teff?

Cercando qua e là su internet ho scoperto diverse cose molto interessanti su questo cereale, rigorosamente privo di glutine, e sulle sue proprietà alimentari.

Il teff è un cereale coltivato esclusivamente o quasi in Etiopia ed Eritrea e rientra nella famiglia delle graminacee. Il suo seme è uno dei più piccoli al mondo, motivo per il quale nella macinazione degli stessi non è possibile una divisione tra le sue parti in fase di molitura, pertanto è una farina unicamente integrale, e non essendoci “parti di scarto” anche dopo essere macinata mantiene tutte le sue proprietà nutrizionali. E’ disponibile in due varianti: quella bianca, più raffinata, e quella rossa.

Nonostante sia una farina cosi poco conosciuta ed utilizzata, è considerata una di quelle con più proprietà nutritive. Risulta infatti molto ricca di fibre e sali minerali (magnesio, calcio, potassio e ferro), contiene inoltre anche vitamina C, B1, B2, carboidrati, proteine e ben 8 amminoacidi essenziali. Caratteristica di questa farina è anche l’elevato grado di digeribilità. Caratteristica interessante della farina di teff è che ha un basso indice glicemico, favorisce quindi la regolarizzazione dei livelli di zucchero nel sangue, pertanto ottima anche per soggetti diabetici.

Altro aspetto molto interessante della farina di teff è che l’amido resistente (resistant starch) in esso contenuto non viene trasformato in zucchero pertanto non interamente digerito. Cosa comporta tutto ciò? L’amido non venendo digerito fermenta nell’intestino crasso e da luogo alla formazione di acidi grassi a catena corta che favoriscono la funzionalità del colon, l’assorbimento di acqua e sodio che prevengono le infiammazioni; essendo inoltre ricco di fibre alimentari, anch’esse fermentano nell’intestino e favoriscono e riequilibrano la regolarità intestinale.

In ultimo la farina di teff ha proprietà antiossidanti su tessuti e organi ed un elevato apporto alimentare.

Dove trova utilizzo la farina di teff? I granelli possono essere mangiati come frutta secca, aggiunti a zuppe o stufati oppure cucinati unitamente ai legumi. La farina può trovare impiego nella preparazione di pane, ma anche di dolci e biscotti.

daca9-teff1

Dove posso comprare la farina di teff? Non è certo la farina più semplice da reperire, ma anche se con difficoltà la si può trovare nei supermercati (Esselunga, Auchan, …) oppure con più facilità e possibilità di scelta nel bio-market (Natura Sì). Tenete presente che il costo però è più elevato rispetto a quella di frumento 00, ma sicuramente ha caratteristiche che ne compensano la spesa!

Leave a Reply