Crema catalana…in versione senza glutine e senza lattosio!

Oggi ho deciso di realizzare uno dei dolci al cucchiaio più conosciuti ed apprezzati. Si tratta della crema catalana, di origine spagnola, che viene servito per tradizione il 19 marzo in occasione della Festa di San Giuseppe, in Italia semplicemente festa del papà, motivo per cui in catalogna viene chiamata anche “crem de Joseph”.

catalana3

Questo dolce si presenta con una base soffice e cremosa mentre la parte superiore è resa croccante dallo zucchero di canna caramellato poco prima di servire questo dolce, motivo per cui solitamente viene gustato ancora tiepido.

Ci sono diverse leggende sull’origine di questo dolce, ma quella che mi ha colpito di più dà il merito alle monache catalane che, in occasione della visita del vescovo al loro convento, decisero di preparare un budino che risultò eccessivamente liquido, pertanto per risolvere il problema aggiunsero dello zucchero caramellato caldo che fece scottare la lingua al vescovo.

La variante che ho realizzato oggi è priva di lattosio, ho sostituito infatti il latte vaccino con quello di riso.

catalana1

Ingredienti:

500ml. di latte di riso Alpro
4 tuorli
80gr. di zucchero
35gr. di amido di mais *
1 limone
1 pezzetto di cannella
Noce moscata q.b.
Zucchero di canna q.b.

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento:

Iniziate la preparazione della crema catalana facendo sciogliere la maizena con circa 80ml. di latte di riso freddo.

Nel frattempo in un tegame versate il restante latte di riso, aggiungete la scorza grattugiata del limone, il pezzetto di cannella e metà dello zucchero. Mescolate il tutto per far sciogliere lo zucchero fino a portare a ebollizione.

In una terrina lavorate i tuorli con il restante zucchero ed incorporate il latte nel quale precedentemente avevate sciolto la maizena. Aggiungete il composto che avete portato ad ebollizione filtrandolo con un colino continuando a mescolare il tutto, quando sarà ben amalgamato versate in un tegame e lasciatelo cuocere a fuoco lento per un paio di minuti in modo che la crema risulti densa.

A questo punto versatela nelle apposite pirofiline, lasciatela raffreddare e mettetela in frigorifero per almeno un paio d’ore prima di servirla. A quel punto cospargete con zucchero di canna ed un pizzico di noce moscata e con l’aiuto dell’apposito attrezzo, simile ad una mini fiamma ossidrica, scaldate la parte superiore fin quando lo zucchero non sarà caramellato.

catalana2

Servite con la parte superiore ancora calda e croccante…ma fate attenzione a non scottarvi la lingua come il vescovo della leggenda!

catalana4

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply