Dessert veloce con crema al tiramisù

A chi non è mai capitato di ritrovarsi ospiti a cena e scoprirlo solo un oretta prima del loro arrivo? Penso sia successo a tutti almeno una volta nella vita e tra il caos generale il dubbio più grosso resta sempre sul dolce! Quale dolce si può preparare in un’ora dalla fase di realizzazione fino a poterlo mangiare? Con una torta questo discorso risulterà complesso, basti pensare ai tempi di cottura in forno e quelli di raffreddamento, sarebbe pressoché impossibile. Oggi vi propongo una soluzione perfetta per questa situazione e nata da una mia curiosità, ovvero dopo aver visto sugli scaffali del supermercato la confezione del preparato per crema al tiramisù della San Martino collezione oro che riportava ben in grande la dicitura “senza glutine” ed inserito anche nel prontuario AIC (http://www.ilovesanmartino.it/it/catalogo/budini-e-dessert/speciali/tiramisu). 


Ingredienti (per 4 persone):

1 confezione di preparato per Tiramisù San Martino (contenente una busta grande per la crema, una media per il preparato per cappuccino ed una piccola contenente il cacao)
1 confezione da 100gr. di savoiardi Bezgluten
250 ml. di panna fresca
Procedimento:

In una terrina versate il contenuto della busta più grande (quella per fare la crema) del preparato San Martino, aggiungete la panna fresca e con uno sbattitore elettrico montatela per circa un minuto fin quando non avrete ottenuto una crema omogenea. Nel frattempo sciogliete il contenuto della busta media (quella del cappuccino) in 170ml. di acqua tiepida. 


A questo punto potrete iniziare a comporre il vostro dolce scegliendo se fare delle coppette singole o una teglia unica. Iniziate posizionando uno strato di savoiardi, che avrete precedentemente inzuppato nel cappuccino, e ricoprite con uno strato di crema, aggiungete un altro strato di savoiardi e ricoprite, fino ad aver esaurito l’ultimo strato di crema. Prendete poi i savoiardi rimasti e spezzettateli tra le mani in modo da avere briciole di diverse dimensioni e cospargete la parte superiore del tiramisù. Spolverizzate infine col cacao contenuto nella bustina piccola ed il vostro dolce sarà pronto. 

Prima di essere servito dovrà restare almeno 10 minuti in frigorifero.


Note:

Ammetto che solitamente sono scettica coi preparati per dolci al cucchiaio (budini, panna cotta, etc), ma questa volta ho voluto sperimentare e ammetto che il risultato è stato decisamente soddisfacente, ha superato le mie aspettative! L’idea per altro di intingere i savoiardi nel cappuccino e non nel caffè rende il dolce adatto anche ai più piccoli o a coloro che la sera preferiscono evitarlo per problemi legati all’insonnia, ma può essere anche un’ottima merenda pomeridiana. Questo preparato della San Martino l’ho trovato all’Esselunga nel reparto delle farine e delle guarnizioni per dolci, penso sia abbastanza semplice da reperire.

I savoiardi utilizzati sono della Bezgluten, mi sono piaciuti perché a differenza di altre marche non erano particolarmente mollicci ed anche inzuppati nel cappuccino non si sono distrutti, ma hanno assorbito bene e mantenuto una loro consistenza adatta al contrasto con la crema che li ricopriva.


L’idea in più per rendere il tutto più raffinato è stato non optare per la classica teglia rettangolare (volendo un po’ più veloce da preparare), ma ho preferito prendere, in assenza di coppette trasparenti adatte a mettere in risalto la mia idea, dei calici da acqua, simili a quelli che si utilizzano a Natale o che troviamo al ristorante, e li ho adattati a coppette e per concludere e dare quel tocco in più ho voluto spezzettare qualche savoiardo sopra per poi spolverare il tutto col cacao. Sono stati piccoli accorgimenti ma hanno reso il dolce all’apparenza più raffinato e degno di un ristorante chic! A volte basta veramente poco, un tocco di fantasia per trasformare un dolce semplice in una portata dall’apparenza curata ed elegante.


Monica

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply