Semifreddo vegan ai lamponi

Fin’ora non mi sono mai cimentata in semifreddi e sorbetti, non perché non mi piacciano, ma semplicemente non mi sentivo in grado di prepararne uno degno di questo nome e soprattutto di essere presentato ed offerto ai miei ospiti. Riflettendo però mi sono resa conto che gli ostacoli vanno superati, che nulla è impossibile e che bisogna provare e riprovare fino a riuscire in ciò che desideriamo ottenere, senza la dedizione e l’impegno nulla si materializza dinnanzi a noi. Conclusione? Se volevo ottenere un semifreddo buono e bello dovevo cimentarmi in questa prova per migliorarmi, quindi maniche risvoltate e tanta pazienza ed ho provato a realizzare un semifreddo vegan ai lamponi con base croccante alle nocciole e cioccolato fondente.

Prima di tutto ho scelto uno stampo davvero figo di Pavonidea per realizzare dei semifreddi a forma di girasole. La parte superiore è composta da un semifreddo vegan al lampone, la base invece prevede un croccante di granella di nocciola e cioccolato fondente: una vera golosità. Inoltre, dato il periodo, la frutta fresca è protagonista nei dolci ed in questo genere di dessert, quindi anche l’occhio è appagata da una ventata di colori vivaci.

Ingredienti (per 6 porzioni):

250gr. di lamponi freschi
50ml. di acqua
50gr. di zucchero
1,5gr. di agar agar in polvere (l’equivalente di 1 bustina) *
100ml. di panna di soia da montare *
100gr. di nocciole sgusciate
80gr. di cioccolato fondente *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento:

Come prima cosa portiamo ad ebbollizione l’acqua con lo zucchero, facciamo sciogliere lo zucchero e stemperiamo nello sciroppo ottenuto la polvere di agar agar. Togliamo il liquido dal fuoco ed adagiamo il tegame in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio per raffreddarlo velocemente.

Nel frattempo laviamo e passiamo con un mixer ad immersione i lamponi, dopodiché filtriamo la purea ottenuta con un colino a maglia fine in modo da eliminare i semini ed avere quindi una purea liscia. A questo punto aggiungete lo sciroppo divenuto ormai freddo e mescolate il tutto.

Montate la panna di soia e, con una spatola, incorporatela delicatamente alla crema di lamponi, ottenendo un composto liscio e spumoso che trasferirete negli stampi riempiedoli per circa 3/4 della loro capienza.

A questo punto fate riposare in freezer per circa 4/5 ore.

Trascorso il tempo necessario potrete preparare la parte croccante del vostro semifreddo.

Preparate le nocciole tostate, mettendole in forno sgusciate a 120°C per una quindicina di minuti (in alternativa potrete acquistare quelle già tostate che trovate nei supermercati). Mettete poi le nocciole nel mixer e date una tritata veloce ottenendo una granella irregolare composta de pezzi più grossi ed altri più piccoli.

Fate sciogliere a parte a bagnomaria il cioccolato fondente ed una volta pronto aggiungetelo alla granella di nocciola ottenendo un composto appiccicoso e compatto.

Togliete dal freezer gli stampi con i vostri semifreddi e ricopriteli con uno strato di cioccolato e nocciole tritate. Vi consiglio di utilizzare un cucchiaio per questa operazione e livellare bene la base. Fatto ciò rimettete in freezer per un’altra oretta, dopodiché potrete servire il dolce.

Vi consiglio di toglierlo dal congelatore circa 15/20 minuti prima di servirlo perché lo stesso risulti più morbido, poi valutate voi in base anche alla temperatura esterna: più freddo fa, prima dovrete toglierlo.

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply