Un celiaco in vacanza – Prima parte

Maggio è alle porte, le giornate si allungano ed il sole ci riscalda ed inconsciamente il pensiero va in una sola direzione: le vacanze estive si stanno avvicinando! Questo pensiero però per un celiaco porta altre domande soprattutto se ha intenzione di andare all’estero per capire come sono organizzati negli altri stati rispetto a questa intolleranza. Il mio articolo mira appunto a questo, dare informazioni essenziali per le principali mete turistiche straniere e per non renderlo troppo pesante lo suddividerò in più post che pubblicherò da oggi e nei prossimi giorni.
 
Francia
 
Esiste un’associazione chiamata Association Française Des Intolérants Au Gluten (AFDIAG) che però non fornisce molte informazioni come invece fa la nostra AIC. Sul sito non c’è un elenco di ristoranti o luoghi certificati, ma si può trovare solo una paginetta dove vengono elencate alcune marche di prodotti affidabili senza glutine. Si possono consultare due siti molto utili però nei quali potrete trovare maggiori informazioni e sono Sortir sans gluten (http://www.sortirsansgluten.com/) e Manger sans gluten (http://www.mangersansgluten.com/index.php). I prodotti senza glutine anche in Francia sono marcati con la spiga barrata e possono esser reperiti in farmacia o in negozi simili alle erboristerie, ma anche in qualche supermercato (esiste anche in Francia la catena Auchan e Carrefour come in Italia nel quale potrete trovare alcuni prodotti).
Una cosa che sicuramente potrà interessare in quanto meta di turismo è che Disneyland Paris offre dei menù appositi per gli intolleranti.
Leggendo quà e là ho trovato alcuni ristoranti senza glutine a Parigi o nelle principali città, a mio avviso il modo più efficace è cercare su internet inserendo il nome della città di vostro interesse e la dicitura “sans gluten”, qualcosa troverete certamente anche se da quello che so la Francia rispetto a questa intolleranza non è tra i paesi europei più organizzati.
 
 
 Inghilterra
Esiste un sito dedicato all’associazione inglese che è www.coeliac.co.uk dove però la lista dei prodotti è visibile solo ai soci. In compenso esiste questo sito http://www.go-gluten-free-wheat-free.co.uk/dove è possibile trovare locali adatti a noi.
I prodotti senza glutine sono reperibili nei supermercati, farmacie e negozi specializzati in alimentazione salutare. Sul territorio nazionale ed a Londra ci sono un sacco di ristoranti, bur, pub e sale da tè organizzati per la ristorazione senza glutine. In Inghilterra la gestione delle intolleranze è sicuramente un passo avanti all’Italia, le leggi sull’etichettatura dei prodotti sono più ferree ed è facile trovar prodotti gluten free ben segnalati.
Londra in particolare è una delle città maggiormente gluten free friendly, ci sono alternative prive di glutine quasi in ogni locale ed hanno molta attenzione agli eventuali allergeni. Se invece dovete visitare altre città consultate o il sito sopra riportato oppure attuate semplici e rapide ricerche in internet, in Gran Bretagna non sarà difficoltoso trovare un posto dove mangiare, anzi, è certamente uno degli stati più organizzati di fronte alle intolleranze alimentari ed alla celiachia, basti pensare che l’associazione Coeliac è stata fondata addirittura nel 1968!
 
Spagna
La Spagna ha un’organizzazione frammentaria delle associazioni per celiaci infatti per interessi principalmente economici l’associazione iniziale (per farci un’idea simile alla nostra AIC), si è spezzettata in associazioni minori regionali ognuna delle quali ha una sua gestione e un suo registro di posti autorizzati, inoltre non sempre visibili a tutti in quanto bisogna essere soci. Questo non aiuta certo il celiaco che si trova costretto a reperire informazioni qua e là mentre chi dovrebbe aiutare e dare informazione si limita a pensare ad interessi economici.
I prodotti gluten free sono reperibili nei supermercati, negozi, farmacie ed erboristerie ed anche qui la segnalazione con la spiga barrata è la più diffusa.
Il consiglio che posso darvi se dovete recarvi in Spagna è documentarvi con anticipo in base alla zona in cui andrete per valutare dove potrete trovare alimenti adatti alle nostre esigenze.
 
Stay tuned…
Monica

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply