Tempo di Expo


Parlando di alimentazione nel mio blog ed abitando a due passi dall’Expo non potevo certo non fare un salto a dare un’occhiata di persona ad uno degli argomenti ai quali viene dedicato più spazio in questi mesi in tv e sui giornali. Non ho trascorso l’intera giornata, ma io e mio marito abbiamo optato per l’ingresso serale, valido dalle 19 alle 23 al costo di € 5,00 con l’idea di tornarci poi una o due serate ancora a visitare quei padiglioni in cui non siamo riusciti ad entrare.
 
Per quanto riguarda i padiglioni non sto a dilungarmi, penso che ci siano recensioni ovunque su internet, con foto e descrizioni di ogni tipo, voglio invece soffermarmi sull’Expo gluten free, ovvero su quanto può essere fonte d’interesse per un celiaco in visita al sito espositivo. Vi anticipo già che non ci sarà il minimo problema per mangiare, anzi, potete andare tranquillamente a visitare l’Expo senza dovervi portare nulla appresso perché ci sono veramente parecchi posti in cui poter riempirci la pancia!
 
Nella cartina sottostante vi ho cerchiato i punti di ristoro nei quali sono presenti alimenti AIC certificati, pertanto sicuri al 100%.
 
POSTAZIONE STREET FOOD GLUTEN-FREE FEST: sono due chioschi di street food che offrono panini imbottiti e focacce anche vegetariani. Io ho mangiato in uno di questi una focaccia con fontina e porchetta, mentre mio marito ha preso un panino con la salamella. Erano poi disponibili i classici panini con affettati vari, wurstel e crauti e con le verdure scaldati alla piastra. Tra le bevande hanno anche la birra senza glutine. Nota interessante è il pane di panini e focacce che è veramente ottimo, a differenza di molti altri gluten free non è pesante o stopposo! Le due postazioni sono una nei pressi dell’entrata Ovest, alle spalle del padiglione del Brasile (postazione 52) ed uno verso l’entrata Est dietro al padiglione del Marocco (postazione 140).
Aggiornamento del 30/08/2015: purtroppo è stata eliminata la postazione di street food vicino all’entrata Est, quella che fa riferimento alla postazione 140.
 
 
RISTORANTI GRUPPO CIR FOOD: questa catena raggruppa una serie di ristoranti posti in diverse zone dell’esposizione ed offrono piatti pronti senza glutine che vengono scaldati e serviti seguendo le regole che ne evitano la contaminazione. I ristoranti di questa catena sono diversi e si trovano nelle aree di servizio presenti. Di questo gruppo fanno parte i locali sotto elencati:
          Tracce: postazione 3, 101, 104, 124
          Chiccotosto: postazione 32, 75, 125
          ViaVai: postazione 32, 75, 101, 125
          Let’s Toast: postazione 75, 101, 124, 125
          Cascina Triulza: postazione 38
Aggiornamento del 30/08/2015: ho cenato alla postazione “Let’s Toast” numero 125. Vero, hanno alimenti gluten free che servono ancora confezionati per evitare contaminazioni (su questa cosa sono d’accordissimo) e scaldati al microonde, si tratta però di una scelta limitata a panino con nutella, panino con prosciutto e formaggio, panino con verdure o panino con hamburger dai costi eccessivi (il meno caro € 8,50!) e di dimensioni veramente ridottissime!
PASTA ZINI: questo chiosco ha a disposizione due piatti pronti senza glutine (caserecce al pomodoro e caserecce ai funghi) e sono disponibili bevande gluten free. Il chiosco si trova alle spalle del padiglione della Colombia alla postazione 52.
 
GROM: la catena di gelaterie è presente anche nel sito Expo ed il rischio contaminazione è pari a zero in quanto anche le parigine dei gelati sono gluten free per tutti, in pratica chi non lo sa e mangia un gelato da loro consuma una parigina a base di farine senza glutine. Hanno anche a disposizione ghiaccioli e biscotti ovviamente tutto adatto a noi intolleranti. E’ presente una postazione fissa al numero 63 e due postazioni mobili una al numero 13 ed una al numero 140 (piazzola nella quale è presente anche il chiosco del Gluten-Free Fest, qui pertanto potrete farvi il vostro bel pranzo completo con tanto di dessert rinfrescante finale!).
 
ALGIDA: sono presenti due postazioni alla numero 6 e alla 100 dove verranno venduti i gelati di questo marchio e tra questi è possibile trovarne un assortimento senza glutine.
 
 
Come potete vedere di posti ce ne sono a bizzeffe non avremo problemi di cibo, abbiamo dai primi ai secondi (anche se già pronti sono meglio di niente), gelati e merende, ma anche lo street food che ammettiamolo ci manca quando siamo in giro per qualche città mangiarci un bel panino pieno di salse e salsine con una birra in mano.
 
Alcuni ristoranti presenti nei padiglioni affermano di avere pietanze gluten free però purtroppo non essendoci la certificazione AIC può essere sempre un punto interrogativo, personalmente di rischiare non mi andrebbe anche perché con l’alta affluenza di persone che c’è e pertanto il parecchio lavoro nei locali, è un attimo sbagliare, quindi opterei per i posti sopracitati e sicuri al 100%.
 
Una chicca scoperta casualmente: alle spalle dei cluster dedicati al cacao e cioccolato alla posizione 45 ci sono delle postazioni mobili che vendono tavolette di cioccolato, confetti e biscotti, uno di questi vende i macarons e le confezioni riportano a caratteri cubitali la dicitura “gluten free, secondo voi potevo lasciarmi scappare questa occasione? Come non detto ne ho comprata una confezione!
 
 
Spero che queste informazioni vi siano utili per la vostra visita all’Expo. In caso di dubbi comunque sempre meglio installiate sul vostro smartphone l’applicazione rilasciata da AIC “MyGlutenFreeEXPO” gratuita e nella quale potrete trovare una mappa dei locali gluten free divisi per regione (discorso simile alla classica applicazione AIC), ma dove saranno presenti informazioni aggiuntive sui menù offerti, sulle recensioni e ci sarà anche l’opzione “attorno a me” che vi permetterà di trovare i locali a voi più vicini.
 
Monica

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply