Capesante gratinate

Oggi vi parlo di un piatto che adoro, adatto a tutti i mesi dell’anno! Si dice che il periodo migliore per consumare le capesante sia tra maggio ed agosto, ma in Italia il periodo di Natale è quello in cui riusciamo a trovarle con più facilità perché parte del menù natalizio servito come antipasto.
 
 
Ingredienti (per 6 capesante):
 
60gr. pan grattato Bezgluten
20gr. parmigiano
6 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaino di sale
1 pizzico di pepe
Procedimento:
 
Lavate molto accuratamente le capesante sotto l’acqua corrente togliendo ogni rimasuglio di sabbia e di sporco, lasciatele asciugare e posizionatele su una teglia da forno. In una terrina mescolate il pan grattato, il parmigiano, il prezzemolo, sale e pepe e l’olio amalgamando bene gli ingredienti fino ad ottenere una farcia con la quale ricoprirete le vostre capesante.
 

 

Infornate a 200°C per 15 minuti, fin quando le capesante e la loro farcitura non abbiano ottenuto un bel colorito dorato. Servite le vostre capesante ancora calde e buon appetito!
 
 
Note:
 
Per realizzare questa ricetta ho utilizzato il pan grattato del marchio Bezgluten e credo che fino ad ora sia quello migliore che ho provato perché in tutto e per tutto mi ricorda il pan grattato con glutine. E’ veramente ottimo come consistenza ed alla cottura risulta perfetto, croccante e ha una buonissima tenuta alla cottura, ve lo consiglio!
 
Per la farcia, a discrezione, si può aggiungere anche uno spicchio di aglio tritato, io evito in quanto fatico a digerirlo, ma se piace è ottimo. In alcune ricette viene aggiunto anche un pizzico di brodo per rendere il composto più morbido, ho evitato questa cosa perché preferisco che il gratin sia bello croccante e nel caso la farcia risulti asciutta aggiungo un pizzico di olio.
 
Le capesante sono un ottimo mollusco e come tale meglio consumarlo cotto, è sconsigliato il consumo a crudo perché come ogni bivalve, sono filtratori d’acqua marina, e potrebbero provocare intossicazioni. Per capire se sono fresche basta guardarne la colorazione, se i colori sono accesi, ovvero il bianco è candido e l’arancione brillante è indice di freschezza del prodotto, al contrario se il bianco tende al grigio evitate e trovate altro da cucinare!
 
Monica

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply