Torta mimosa senza glutine

Tra qualche giorno sarà l’8 marzo, ovvero la festa della donna e, come ogni festa che si rispetti, il dolce che sicuramente più rappresenta questa ricorrenza è la torta mimosa senza glutine. Premetto che questa è la prima volta in vita mia che la cucino ma anche che la assaggio, quindi sono andata un pò alla cieca prendendo spunto ovviamente dalla ricetta di quella classica per realizzare questa versione gluten free ed anche senza lattosio in quanto ho scelto di utilizzare panna e latte delattosati che a mio avviso non compromettono il sapore, ma la rendono più digeribile un pò per tutti, anche ai non intolleranti.

torta mimosa senza glutine

La giornata internazionale della donna, istituita al termine della Seconda Guerra Mondiale, è stata creata da un lato per festeggiare le conquiste politiche, sociali ed economiche guadagnate dal gentil sesso, dall’altro per ricordare le discriminazioni e le violenze subite nel corso della storia. La mimosa è stata scelta in Italia nel 1946 per rappresentare questa giornata, si tratta infatti di uno dei pochi fiori già fioriti all’inizio di marzo, è poco costosa e di facile reperibilità quindi ideale per questa ricorrenza.

torta mimosa gluten free

Dalla scelta di questo fiore negli anni Cinquanta a Roma pare sia stata realizzata per la prima volta la torta mimosa con l’intento di creare un dolce che ricordasse questo fiore che, ricordiamolo, non è commestibile a differenza di altri. L’idea è relativamente semplice ed i cubetti di pan di spagna posti sopra ed attorno al dolce vogliono ricordare appunto il fiore da cui prende spunto. La farcitura è realizzata con una crema diplomatica, ovvero la classica crema pasticcera con aggiunta di panna montata, ed il pan di spagna viene inzuppato con della bagna che ognuno prepara in maniera differente con liquori a scelta.

Io le ho realizzato una versione piccina della torta mimosa senza glutine, preparando un pan di spagna del diametro di 24 centimetri dal quale ho ritagliato un cerchio centrale del diametro di circa 18 centimetri che ho poi tagliato orizzontalmente per realizzare la torta, il cerchio esterno avanzato è stato invece utilizzato per ritagliare i cubetti utilizzati per creare l’effetto mimosa. Questo formato è ideale per 4 persone, se invece volete realizzarne una della grandezza di una normale torta vi consiglio di raddoppiare le dosi realizzando due pan di spagna del diametro di 24 centimetri ed un quantitativo doppio rispetto al mio di crema.

ricetta torta mimosa senza glutine

Ingredienti per il pan di spagna della torta mimosa senza glutine

6 uova
180gr. di zucchero
90gr. di farina di riso *
90gr. di amido di riso *
1 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale
Burro chiarificato q.b.
Zucchero a velo q.b. *

Ingredienti per la crema diplomatica

4 tuorli
100gr. di zucchero
400ml. di latte senza lattosio
40gr. di amido di mais *
1 baccello di vaniglia
250ml. di panna fresca da montare senza lattosio

Ingredienti per la bagna

150gr. di acqua
15gr. di zucchero
2 cucchiai di rum
Scorza di 1 arancia

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

torta mimosa senza glutine ricetta

Procedimento per pan di spagna

Dividete accuratamente gli albumi dai tuorli. Mettete i primi in una terrina unitamente ad un pizzico di sale e a 60 grammi di zucchero e montate a lucido, ovvero fino a quando gli albumi non saranno diventati di un bel colore bianco lucido.

Incidete il baccello di vaniglia e prelevatene i semi. In un recipiente mettete i tuorli con i restanti 120 grammi di zucchero ed i semi di vaniglia e lavorateli fino ad ottenere un composto spumoso e con una bella alveolatura giallo chiaro.

A questo punto unite delicatamente ai tuorli sbattuti gli albumi e mescolate con una spatola dall’alto verso il basso per non smontare il composto. Aggiungete infine la farina e l’amido di riso setacciate amalgamando bene il composto che deve risultare totalmente privo di grumi.

Imburrate una teglia e versate il composto al suo interno livellandolo con una spatola. Infornate a 160°C per circa 45 minuti.

Procedimento per la crema diplomatica

In una ciotola versate i tuorli, lo zucchero ed i semi di un baccello di vaniglia, tenendo quest’ultimo da parte che vi servirà in un secondo momento. Amalgamate il tutto ed aggiungete l’amido di mais setacciato.

Nel frattempo scaldate in un pentolino il latte al quale avrete aggiunto il baccello di vaniglia svuotato. Quando si sarà ben intiepidito eliminate il baccello e versate un mestolo di latte nella crema precedentemente realizzata coi tuorli. Stemperate il tutto dopodiché versate nel pentolino con il latte la crema realizzata e lasciate cuocere a fuoco dolce continuando a mescolare fino a quando si sarà addensata.

Una volta pronta trasferitela in una ciotola e copritela con della pellicola trasparente direttamente adagiata sulla crema in modo che non si formi nessuna crosticina superficiale.

Quando si sarà raffreddata montate la panna fresca ed aggiungetela alla crema pasticcera precedentemente realizzata, una volta mescolato il tutto lasciate riposare per 30 minuti in frigorifero prima dell’utilizzo.

Procedimento per la bagna

Versate in un tegame l’acqua, il rum, la scorza di arancia ed infine lo zucchero e fate scaldare mescolando il tutto fino a sciogliere completamente lo zucchero. Una volta pronto filtrate in modo da eliminare le scorza d’arancia e lasciate raffreddare.

Procedimento per la torta mimosa senza glutine

Prendete il pan di spagna una volta che si sarà raffreddato e con un coltello da pane eliminate la crosticina esterna da tutti i lati. Fatto ciò con l’aiuto di un coppapasta o uno stampo circolare del diametro di 18 centimetri ritagliate il disco che vi servirà per la torta.

Fatto ciò affettatelo orizzontalmente realizzando i tre dischi che utilizzerete per realizzare la vostra torta. Adagiate il primo, spennellatelo con la bagna e ricopritelo con uno strato di crema, coprite con un secondo disco e seguite lo stesso procedimento fatto con il primo strato ed infine copritelo con l’ultimo disco di pan di spagna.

Preparate ora i cubetti che vi serviranno per l’effetto mimosa affettando il pan di spagna avanzato dal cerchio che avete tagliato inizialmente.

Ricopriamo quindi la nostra torta. Bagnate anche l’ultimo disco di pan di spagna e copritelo con la crema che dovrà rivestire anche i bordi del dolce. Livellate per bene la crema e coprite la torta con i cubetti di pan di spagna in modo che risulti una copertura irregolare a ricordo appunto del fiore della mimosa. Una volta ricoperta interamente mettetela in frigorifero per almeno un paio d’ore prima di mangiarla.

Al momento di servire la vostra torta mimosa senza glutine, date un’ultima spolverizzata di zucchero a velo.

Potrebbero interessarti anche...

2 Comments

  1. Monica Filoni 6 marzo 2017 at 13:10

    Che bella presenza questa torta. Ho scoperto di essere allergica a molte cose, glutine, fruttosio, lattosio . Per questo sono sempre alla ricerca di nuove ricette per me e anche da presentare a clienti che forse hanno lo stesso mio problema, e che aumenta di anno in anno. Questa torta contiene tutto quello che mi piace, il pan di Spagna e soprattutto la crema.Lo zucchero lo posso sostituire con la stevia forse. Bisogna provare. Grazie per questa torta fantastica.

    1. Monica Cazzaniga 6 marzo 2017 at 13:39

      Ciao!
      Mi fa piacere ti piaccia e se hai bisogno consigli non esitare a chiedere.
      Qui ti sconsiglio la stevia perché ha un retrogusto molto simile alla liquirizia che coprirebbe quindi tutto gli altri sapori. Al suo posto utilizzerei piuttosto un miele dal sapore delicato tipo il millefiori, lo zucchero di canna o qualche goccia di sciroppo d’acero.

Leave a Reply