Frittata di patate

La frittata di patate è un secondo piatto sostanzioso, salutare e perfetto anche nel caso in cui non si voglia consumare carne o pesce. La cottura avviene in forno, motivo per cui anche i grassi sono ridotti rispetto alla classica frittata in padella.

Come prepararla? Molto semplicemente con uova e cubetti di patate che non necessitano una precedente cottura, ma, tagliandoli a piccoli pezzi, sarà sufficiente passarli con tutto l’impasto in forno.

La preparazione non richiede particolari difficoltà ed il risultato è davvero eccezionale. Sarà possibile consumare questa preparazione sia come secondo piatto, ma risulterà perfetta anche come contorno o da servire per antipasto, magari servendola ancora tiepida ed accompagnata da un salume a vostra scelta (io opterei per della pancetta o del lardo).

Ingredienti per la frittata di patate

5 uova
50gr. di pangrattato *
400gr. di patate
Origano q.b.
Rosmarino q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Pangrattato q.b. *
Parmigiano reggiano grattugiato q.b. *
Olio extravergine d’oliva q.b.

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento

Pelate le patate e tagliatele a piccoli cubetti.

Nel frattempo in una ciotola versate gli albumi e montateli a neve tenendoli momentaneamente da parte.

In un’altra terrina sbattete i tuorli con il sale, l’origano, il rosmarino, il pangrattato, il pepe ed un filo d’olio extravergine. Aggiungete quindi le patate ed in ultimo incorporate con l’aiuto di una spatola gli albumi.

Dopo questo procedimento avrete ottenuto un impasto spumoso e morbido che, una volta oleata e spolverizzata con il pangrattato la vostra teglia, andrete a riempirla e livellarla.

Infornate quindi a 170°C per 40 minuti e, nel caso in cui la parte superficiale si colorasse eccessivamente, copritela con della carta da forno.

Una volta pronta lasciatela intiepidire e servitela a quadrettoni.

Leave a Reply