Croccante alle mandorle e alle nocciole

Se pensiamo al Natale oltre ai classici pandoro, panettone e cantucci troviamo altri due immancabili legati alla tradizione italiana: il torrone ed il croccante. Due prelibatezze davvero uniche ed oggi ho voluto realizzare quella di cui mio marito è più goloso: il croccante.

croccante6

Questa preparazione se ben impacchettata ed infiocchettata può diventare poi un regalo di Natale, magari realizzando un piccolo cestino casereccio da realizzare personalmente, includendo prodotti dolci e salati a conservazione medio-lunga. Il regalo sarà sicuramente apprezzato e risulterà anche particolare e pensato.

Gli ingredienti per preparare il croccante sono davvero pochi, basterà zucchero, mandorle o nocciole a seconda di quello che volete realizzare, e qualche goccia di limone per rallentare il processo di cristallizzazione dello zucchero (unico rischio che si corre preparando il croccante e che potrebbe costringerci a buttare via tutto).

croccante14

Una volta pronto poi basterà lasciarlo intiepidire, tagliarlo della forma desiderata, attendere che lo stesso si raffreddi e poi impacchettarlo come meglio preferite.

Ma andiamo a vedere come si può realizzare prima di pensare a come impacchettarlo!

croccante5

Ingredienti:

150gr. di zucchero semolato
150gr. di mandorle o nocciole sgusciate
1 cucchiaino di succo di limone

croccante10

Procedimento:

Prima di tutto andiamo a tostare in forno le mandorle o le nocciole sgusciate, disponendole su una teglia foderata ed infornandole a 180°C per 5 minuti; una volta estratte togliete la pellicina che le avvolge.

Nel frattempo versate in un pentolino con fondo alto lo zucchero ed il succo di limone, accendete il fuoco a fiamma alta e mescolando attendete che lo zucchero si caramelli. Ci vorrà qualche minuto, durante il quale dovrete mescolare di tanto in tanto lo zucchero. Quando lo stesso avrà assunto un colorito ambrato, o, se avete un termometro da cucina, la temperatura di 130°C, potrete aggiungere le mandorle o le nocciole ancora calde al caramello. Continuate a mescolare amalgamando il tutto fino a raggiungere la temperatura di 170°C (se si superano i 180°C il caramello diventa amaro), se non avete un termometro regolatevi col colorito, che deve risultare di un bel colore ambrato, e con la consistenza che deve aderire perfettamente alla frutta secca.

Preparate un tagliere con due fogli di carta da forno bagnati d’acqua, adagiate il croccante sul primo e ricopritelo con secondo, in maniera tale che le parti bagnate dei fogli siano a contatto con il caramello. Stendete poi con un mattarello fino a livellare il tutto, dopodiché togliete il foglio superiore e lasciate intiepidire 10 minuti. Trascorso questo tempo tagliate le porzioni di croccante con un coltello a lama liscia ed infine lasciate raffreddare completamente.

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply