Passatelli senza glutine

I passatelli senza glutine: dalla tradizione alla versione gluten free!

Ebbene si, dopo gli spatzle, ho scelto di tentare con un’altra tipologia di pasta fresca, ovvero i passatelli, tipici dell’Emilia Romagna, terra per eccellenza patria di questi piatti.

I passatelli sono tipici principalmente dell’area compresa tra Modena e Bologna e vengono solitamente consumati in brodo, anche se sono molto apprezzati con sughi asciutti, ad esempio il classico ragù, oppure con altri accostamenti capaci di valorizzare il sapore degli ingredienti tipici di questa ricetta.

Per la preparazione dei passatelli senza glutine, ma anche della versione tradizionale, gli ingredienti principali sono pangrattato e parmigiano reggiano, tipico di queste zone che ne vantano i natali. Uniti a uova, noce moscata ed un pizzico di sale danno vita ad un impasto dal quale, dopo un paio d’ore di riposo, con l’apposito ferro o lo schiacciapatate dotato di apposita foratura, si creeranno questi “vermicelli”.

I passatelli originariamente venivano proposti nelle giornate di festa in brodo, ma sono perfetti anche con sughi differenti che sapranno valorizzarli e trarre il meglio, mettendo in evidenza il sapore inconfondibile del parmigiano.

passatelli senza glutine

Ingredienti per i passatelli senza glutine

120gr. di parmigiano reggiano grattugiato *
120gr. di pangrattato senza glutine *
150gr. di uova (circa 3 uova)
Noce moscata q.b.
Sale q.b.
Farina di riso q.b. *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

ricetta passatelli senza glutine

Procedimento

In una terrina mettete il pangrattato, il parmigiano, la noce moscata ed un pizzico di sale, aggiungete quindi le uova sbattute ed iniziate ad amalgamare il tutto fino ad ottenere un panetto.

Nel caso in cui l’impasto risulti troppo asciutto, aggiungete un filo d’acqua, meglio se di brodo, mentre, al contrario, se risulta troppo bagnato, incorporate ulteriore pan grattato.

Quando il panetto sarà pronto avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare e compattare almeno un paio d’ore a temperatura ambiente. Questo servirà a dare più forza all’impasto in maniera tale che, in fase di cottura, i passatelli non si romperanno.

Trascorso il tempo necessario infarinate leggermente la vostra base d’appoggio e la superficie del panetto, dopodiché, con l’apposito strumento, schiacciate l’impasto e formate i vostri passatelli della lunghezza di circa 4 centimetri. Schiacciando e trascinando lo strumento, dai fori fuoriusciranno i passatelli.

Adagiateli quindi su un vassoio infarinato in attesa della cottura che potrà essere fatta sia in brodo o in versione asciutta con un sugo a vostro piacimento.

I passatelli saranno pronti non appena riaffioreranno in superficie, potrete quindi gustarli in brodo, se cotti in quest’ultimo, oppure condirli con un sugo a vostro piacimento (vi consiglio un buon ragù, oppure un condimento a base di salsiccia e funghi).

passatelli gluten free

 

Potrebbero interessarti anche...

Leave a Reply