Pandoro senza glutine

Dopo anni senza mangiare un pandoro senza glutine decente ho scelto di tentare un’altra strada, senza acquistare quelli industriali o confezionati, bensì preparandolo personalmente. Il primo tentativo è andato bene solo per metà, dato che il pandoro in fase di lievitazione si è gonfiato talmente tanto da eruttare come un vulcano appena messo nel forno per cuocerlo, mantenendo però un sapore davvero buono nonostante l’aspetto non del tutto presentabile, il secondo tentativo si è dimostrato invece di gran successo.

Il procedimento è più lungo rispetto a quello di una semplice torta, ma non impossibile. Bisogna semplicemente armarsi di parecchia pazienza, lavorare bene l’impasto ed essere il più possibili precisi nel seguire ingredienti e tempistiche di preparazione per ottenere un pandoro da far invidia a quelli tradizionali.

Per trovare una ricetta adatta ho preso spunto da quello proposto da Nonna Paperina e da Ricette senza glutine, aggiungendo alcuni accorgimenti per ottenere il risultato che più mi dava soddisfazione e naturalmente senza l’utilizzo di mix dietoterapeutici.

La ricetta è adatta ad uno stampo per pandoro da 1kg. e la biga deve essere preparata la sera precedente al mattino in cui si vuole preparare il pandoro in quanto richiede almeno 12 ore di riposo. Tenete ben presente di riempire non più di metà stampo, se il resto avanza travasatelo in altri stampini (io per esempio l’ho versato in uno da plumcake) per non rischiare come me l’eruzione del primo tentativo!

Ingredienti per la biga:

35gr. di farina di riso *
35gr. di amido di mais *
60ml. di panna fresca
25gr. di lievito di birra fresco

Ingredienti per il 1° impasto:

60gr. di farina di riso *
60gr. di amido di mais *
20gr. di latte in polvere *
60gr. di zucchero semolato
2 uova
40gr. di burro fuso

Ingredienti per il 2° impasto:

100gr. di farina di riso *
100gr. di amido di mais *
100gr. di fecola di patate *
200gr. di zucchero semolato
220gr. di burro
3 uova
3 tuorli
1 bustina di vanillina *
25gr. di lievito di birra
60ml. di panna fresca
15ml. di rum o di amaretto *

Gli alimenti contrassegnati con * per essere idonei al consumo da parte di un soggetto celiaco devono riportare sulla confezione o la dicitura “senza glutine”, o il marchio della spiga barrata oppure essere inseriti nel prontuario degli alimenti AIC.

Procedimento per la biga:

Scaldate leggermente la panna fresca ed una volta tiepida scioglietevi all’interno il cubetto di lievito di birra fresco. Nel frattempo in una terrina unite le due farine e, quando il lievito si sarà sciolto, aggiungete anche la panna in modo da ottenere un impasto compatto. Coprite la terrina con un panno di cotone e lasciate riposare almeno 12 ore, tempo durante il quale la biga dovrebbe raddoppiare le proprie dimensioni.

Procedimento per il 1° impasto:

Mettete il burro in un tegame e fatelo sciogliere a fuoco lento.

Nel frattempo in una terrina mettete le uova e montatele assieme allo zucchero; quando avranno raggiunto una consistenza spumosa e giallo chiaro incorporate le farine setacciate, il latte in polvere ed infine il burro fuso. Amalgamate il tutto ed infine aggiungete la biga a questo impasto, mescolate bene e coprite la ciotola con la pellicola trasparente posizionandola nel forno a 40°C per 30 minuti.

Procedimento per il 2° impasto:

Mentre attendete che il 1° impasto sia pronto preparate quest’altro che andrete poi ad aggiungere a quello posizionato in forno.

In un tegame preparate il burro fuso, mentre in un altro intiepidite la panna e fatevi sciogliere il lievito di birra.

Nel frattempo in una terrina sbattete le uova ed i tre ulteriori tuorli assieme allo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. A questo aggiungete le farine, la vanillina ed il rum, in ultimo incorporate burro fuso e la panna nella quale avrete sciolto il lievito. Continuate a mescolare fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi al quale andrete ad aggiungere il 1° impasto.

Una volta uniti i due impasti imburrate lo stampo del pandoro e riempitelo per non più di metà. Lasciatelo riposare a forno spento fino a quando avrà quasi raggiunto il bordo (ci vorranno circa un paio d’ore), dopodiché scaldate il forno a 150°C e cuocete per 60 minuti. Una volta pronto toglietelo da forno e dopo 5 minuti, quando sarà ancora caldo, estraetelo dallo stampo.

Una volta raffreddato spolverizzate con zucchero a velo e gustatevelo in tutta la sua bontà!

 

Leave a Reply